“Kamchatka”: un libro di Marcelo Figueras per tornare sul colpo di Stato in Argentina e sulle vie per resistere

Standard

Kamchatka

Ancora echi dall’Argentina attraverso un libro scritto dal giornalista e sceneggiatore Marcelo Figueras e uscito per L’asino d’oro edizioni:

Kamchatka una parola stramba. Per alcuni non ha nessun significato, per altri suona come un incrociarsi di spade, per altri ancora il paese in alto a destra nel tabellone del Risiko. Per Harry, l’ultima parola pronunciata dal padre prima di diventare uno dei tanti desaparecidos. 1976: Harry un bambino a cui piace inventare storie, giocare con il suo amico Bertuccio, sfidare suo padre a Risiko. Ha un fratello pi piccolo, il Nano, e ama i suoi genitori.

La serena quotidianit si interrompe bruscamente: in Argentina c’ il colpo di Stato e la famiglia di Harry deve fuggire da Buenos Aires e assumere una nuova identit. Cosa vuol dire giocare’ a essere qualcun altro per sopravvivere? Divertente, ironico e toccante, Kamchatka suggerisce che l’eroismo risiede nella capacit di cambiare e che tutti hanno bisogno di un posto dove rifugiarsi e resistere prima di affrontare il mondo. Un luogo non segnato su nessuna carta, perch i luoghi veri non lo sono mai.

Qui un estratto del volume e qui, invece, una recensione scritta da Maril Oliva per Carmilla Online.

“Punks”: dal sito di Internazionale la mostra fotografica di Ibid Projects che ritrae la scena londinese tra il 1976 e il 1977

Standard

Gli scatti del punk

Gli scatti del punk una galleria fotografica pubblicata da Internazionale che riprende alcune delle immagini contenute nella mostra Punks, inaugurata lo scorso 17 gennaio (rimarr visitabile fino al 22 febbraio) da Ibid Projects:

L’esposizione documenta la scena punk di Londra tra il 1976 e il 1977, nel periodo di massimo splendore di locali storici come il Roxy di Covent Garden. La mostra vuole celebrare anche il “girl power degli anni settanta”, in un momento storico in cui le musiciste femminili si sono messe alla testa di una cultura un tempo esclusivamente maschile.

Per vedere la galleria, questo il link.

“Come fosse oggi”: la nuova rubrica sul sito ISiciliani.it per raccontare le vittime di mafia e terrorismo

Standard

I siciliani giovani

Inizia oggi 1 settembre la cura di una rubrica per I siciliani giovani, diretta da Riccardo Orioles. Si intitola “Come fosse oggi” e nel suo snodarsi futuro racconter la storia di vittime di mafia e di terrorismo, vittime che hanno sfidato i poteri criminali pagandone le conseguenze e vittime involontarie, collaterali le chiamano. Si inizia oggi con Francesco Cusano, un vice questore aggiunto assassinato a Biella il 1 settembre 1976.

“Il caso Calore”: documentario basco sull’estremista nero e sulla scomparsa di Petrur (Eta)

Standard

Il caso Calore

Con questo titolo comparso sul Corriere della Sera di oggi un articolo a firma Elisabetta Rosaspina in cui si racconta di un documentario basco, “Il caso Calore. Omicidio di un testimone protetto”. Il quale ha, tra le principali figure rappresentate, quella dell’estremista nero Sergio Calore, assassinato il 6 ottobre scorso a Guidonia per motivi che, allo stato attuale delle indagini, non sembrano di natura politica. Il “caso” rispolverato dal film, invece, pare pensarla diversamente e chiama in causa la scomparsa avvenuta nel 1976 del militante dell’Eta Eduardo Moreno Bergareche, soprannominato Petrur. L’articolo non online, ma le scansioni possono essere scaricate qui sotto:

Continue reading