Da Vice Italy, “Le torture della CIA dalla A alla Z”: fumetto di Oscar Rickett e Krent Able sulle violazioni Usa

Standard

Le torture della CIA dalla A alla Z

Ancora a proposito delle torture della Cia, Vice.com (edizione italiana) pubblica il post Le torture della CIA dalla A alla Z, fumetto (in inglese) di Oscar Rickett con illustrazioni Krent Able. Quando si dice fare inchiesta per immagini.

(Via @capblicero e Marco Nurra su Twitter)

Street Argh: dalla Francia arriva uno spazio su Tumblr che coniuga la street art e le saghe (a fumetti e in tv) dei trapassati che camminano

Standard

Street Argh

Uno spazio Tumblr che fa sorridere, quello chiamato Street Argh, quasi un acronimo, almeno concettuale, tra street art e walking dead (s, ispirato all’omonima seria televisiva della AMC ispirata all’opera a fumetti di Robert Kirkman).

Gli orti di Bologna attraversati da Fumettinbici per diventare a loro volta tavole per parole e immagini

Standard

Fumettinbici

Domenica prossima, 28 ottobre, Fumettinbici inforcher Coltivare RappOrti 2012 per attraversare e disegnare gli orti urbani di Bologna. L’iscrizione aperta a tutti, anche a chi non disegna. L’unica limitazione il numero dei posti, 15, per cui meglio iscriversi inviando una mail all’indirizzo trameurbane[at]autistici.org.

(Via UrbanCycling)

“L’invasione degli scarafaggi”: da BeccoGiallo la mafia spiegata ai bambini (e agli adulti che non vogliono capire)

Standard

L'invasione degli scarafaggi. La mafia spiegata ai bambini

A Castelgallo, un colorato paese affacciato sul mare e abbracciato dalle montagne, si diffusa una strana malattia. Gli abitanti hanno cominciato a trasformarsi in disgustosi scarafaggi. Ma c’ un filo conduttore tra le vittime di questo morbo: tutti hanno compiuto degli atti criminali, piccoli e grandi. Ci sono bulli e prepotenti, taglieggiatori ed estorsori, speculatori criminali e rapinatori.

un estratto della presentazione del volume a fumetti che uscir il prossimo 31 ottobre per la casa editrice BeccoGiallo. Si intitola L’invasione degli scarafaggi. La mafia spiegata ai bambini (e agli adulti che non vogliono capire!) e ne sono autori Marco Rizzo (sceneggiatura) e Lelio Bonaccorso (disegni). Qui si possono vedere anche alcune delle tavole che compongono il libro.

“Il brevetto” di Andrea Capocci: e fu cos che l’invenzione cess di essere bene comune per diventare una merce

Standard

Il brevettoSi parla di smartphone ma anche di Ogm, di computer e di farmaci, di cibo e di fumetti. Il tutto nel libro Il brevetto di Andrea Capocci in uscita per i tipi di Ediesse:

Grazie al brevetto, un’invenzione cessa di essere un bene comune per diventare una merce da scambiare sul mercato. Secondo alcuni, il brevetto rappresenta uno stimolo fondamentale all’attivit di innovazione tecnologica, ma, come tutti i monopoli, esso limita la competizione tra le idee innovative e pu rallentare la diffusione del progresso. Per farsi un’opinione sui brevetti, dunque, occorre esaminarne costi e benefici sulla base di dati oggettivi e senza pregiudizi ideologici.

Il dibattito sul brevetto dura sin dal Rinascimento e ha visto prevalere ora l’una ora l’altra posizione. Le nazioni e i gruppi sociali che dai brevetti traggono vantaggio o ne subiscono le conseguenze mutano continuamente. Gli Stati Uniti, l’Europa e il Giappone, che hanno scritto le regole del sistema brevettuale globale, devono ora fronteggiare la competizione della Cina, dell’India e degli altri paesi emergenti, che chiedono regole nuove. Gli sviluppi della tecnologia, dall’informatica alla genetica, spingono questo dibattito in territori finora sconosciuti e pongono nuove domande alla politica, al diritto e all’economia.

Pubblicato nella collana Fondamenti, un estratto del libro disponibile qui.

“Economix: how our economy works (and doesn’t work)”: a fumetti il racconto degli errori passati e presenti di politiche e indici

Standard

Economix: How Our Economy Works and Doesn't Work

Economix: how our economy works (and doesn’t work): un racconto a fumetti di Michael Goodwin e Dan E. Burr sugli orrori dell’economia e delle politiche economiche passate e presenti. C’ anche un sito dedicato al volume.

(Via BoingBoing)