“╚ Stato morto un ragazzo”: il ragazzo si chiamava Federico Aldrovandi, 18 anni, e incontr˛ due pattuglie della polizia di Ferrara

Standard

Doveroso, in una giornata come oggi, a otto anni di distanza dall’omicidio (colposo, dicono le sentenze) di Federico Aldrovandi, diciotenne ferrarese. Il documentario, come si sa, Ŕ del giornalista Filippo Vendemmiati.

#StoptheCOISP: scatti e tweet da Ferrara, dove 4 mila persone hanno manifestato in solidarietÓ alla famiglia di Federico Aldrovandi

Standard

Foto di Marco Trotta

Ferrara, a partire dalle 18, Ŕ stata al centro della manifestazione a cui hanno partecipato 4 mila persone in solidarietÓ alla famiglia di Federico Aldrovandi. ╚ accaduto dopo il sit-in del Coisp, sindacato di polizia, che si Ŕ tenuto sotto gli uffici comunali presso cui lavora Patrizia Moretti, la madre del ragazzo per la cui morte, avvenuta nel 2005, sono stati condannati in via definitiva quattro poliziotti, riconosciuti colpevoli del reato eccesso colposo in omicidio colposo. Su Twitter l’hashtag della manifestazione Ŕ stato #StoptheCOISP e la foto del Manifesto – donne che chiedono giustizia e rispetto per i loro congiunti, morti dopo essere finiti nelle mani dello Stato – Ŕ stata segnalata da Marco Trotta.

Addio a Stefano Tassinari, “un intelletto da continuare ad ascoltare nei decenni a venire”

Standard

Stefano TassinariIl saluto di Davide Turrini a un grande, Stefano Tassinari, in questo articolo:

Tassinari mancherÓ a Bologna e alla sua Ferrara. Uomo vero, non avvezzo ai compromessi, sempre in prima linea ad insegnare, come un novello Rossellini l’immenso patrimonio culturale che il nostro paese continua a trascurare e spazzare sotto il tappeto. Gliene parlammo poco tempo fa, sulle poltroncine dell’Itc, prima della millesima replica di Kohlhaas del suo amico Marco Baliani (Tassinari dirigeva la rivista Letteraria e tra i collaboratori aveva anche il drammaturgo laziale). A Bologna ci vorrebbe un teatro, una sala esclusivamente per i reading letterari. Tassinari l’avrebbe voluta, magari battendo una nuova strada, continuando a trasformare questa nuova forma teatrale dove sperimentare la trasmissione del sapere. Ora che Tassinari non c’Ŕ pi¨, e che ci mancherÓ moltissimo, qualcuno si ricordi di lui e gli regali uno spazio e un luogo dove le sue parole e il suo intelletto si possano continuare ad ascoltare nei decenni a venire.

Continua qui.