“Io ho visto”: un libro di Pier Vittorio Buffa e un sito web per conservare la memoria delle vittime del nazifascismo

Standard

Io ho visto

Io ho visto di Pier Vittorio Buffa Ŕ un libro appena uscito per Nutrimenti ed Ŕ anche un progetto web con uno scopo ben definito:

non dimenticare quello che Ŕ accaduto durante la guerra contro la popolazione civile italiana condotta dai nazifascisti tra il 1943 e il 1945. Un progetto semplice. Fatto di immagini e di parole. Di parole e di immagini. Le parole sono quelle che servono per cercare di dare corpo alle emozioni, come quelle del libro. Le immagini sono quelle di chi ha portato per sempre con sÚ il dolore di quegli anni.

Partecipare al progetto Ŕ semplice. ╚ sufficiente scrivere qua sotto [qui il link, ndb] quello che si Ŕ visto allora. O un pensiero, un ricordo. O anche solo il modo per essere rintracciati e raccontare.

Quello che ne nascerÓ non lo so: racconti da pubblicare qui sul web, una nuova edizione del libro, una semplice raccolta di ricordi… Quello che Io ho visto diventerÓ lo deciderÓ soprattutto chi deciderÓ di parteciparvi.

Al momento nel libro sono raccolte trenta storie di sopravvissuti alle stragi nazifasciste mentre in rete, nella sezione dedicata alle fotografie, ci sono i volti di queste persone. Volti accompagnati dai rispettivi nomi, dalla localitÓ in cui i fatti si sono consumati e da una breve descrizione di ci˛ che accadde.