“Il golpe invisibile” di Giorgio Galli: dagli anni Settanta a oggi, i passaggi per stracciare la Costituzione

Standard

Il libro di cui si parla in questa intervista a Giorgio Galli realizzata da Radio Radicale Ŕ uscito nel gennaio 2015 per Kaos Edizioni. E questa Ŕ la presentazione del volume Il golpe invisibile:

Il “golpe invisibile” qui ricostruito dal politologo Giorgio Galli ha preso le mosse negli anni Settanta del secolo scorso, si Ŕ rafforzato negli anni Ottanta del craxismo, e ha avuto pieno compimento durante il quasi ventennio berlusconiano. ╚ stato attuato dalla borghesia finanziario-speculativa e dai ceti burocratico-parassitari i quali, assunto il pieno controllo delle forze politiche e preso il potere in forma egemonica, hanno potuto saccheggiare l’Italia repubblicana facendo “carta straccia” di molte pagine della Costituzione. Il “golpe invisibile” dei ceti speculativi e parassitari ha generato un debito pubblico astronomico (decenni di evasione fiscale, di ruberie, corruttele e malversazioni), ha vanificato lo stato di diritto e il controllo di legalitÓ della magistratura, ha consolidato il potere della criminalitÓ organizzata (mafie che sono parte integrante dei ceti speculativi e parassitari), e ha alterato l’economia di mercato riducendo in povertÓ milioni di imprenditori e lavoratori. Soprattutto, il “golpe invisibile” ha impedito che la societÓ italiana superasse il congenito familismo amorale e si dotasse di una cultura civica.