Hunger: nel 1974 Peter Foldès realizzò un corto animato su brame e claustrofobia. E vinse una scommessa: anticipare la computer grafica

Standard
Spread the love

Hunger from National Film Board of Canada on Vimeo.

Correva l’anno 1974 e il regista d’origine ungherese Peter Foldès si lanciò in qualcosa che ai tempi sembrava un esperimento ardito: realizzare un cortometraggio animato avvalendosi di un computer. Divenuta patrimonio del National Film Board of Canada, l’opera – che si chiama Hunger e che ha vinto il Festival di Cannes nella categoria degli “shot film” – sembra raccontare un mondo ancora attuale, sia per claustrofobia della realtà raccontata che per resa tecnica del filmato.

(Via BoingBoing)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *