“A parole, in breve” e la ragazza della porta accanto di Jack Ketchum

Standard
Spread the love

La ragazza della porta accanto di Jack KetchumSempre per l’appuntamento di giovedì prossimo delle 20.20 su GNUFunk Radio, la quarta puntata di A parole, in breve recensisce il romanzo La ragazza della porta accanto (Gargoyle Books, 2009) di Jack Ketchum:

America rurale, anni Cinquanta. David ha 12 anni e incarna il prototipo dell’adolescente medio. Frequenta gli altri ragazzi del vicinato e comincia a sviluppare un certo interesse per il sesso femminile. Quando le sorelle Meg e Susan Loughlin si trasferiscono a vivere nella casa accanto, David è felice dell’opportunità di ampliare il proprio giro di amicizie, anche se Meg, che incontra per prima, è un paio d’anni più grande. I genitori delle due ragazze sono rimasti uccisi in un incidente d’auto, e le sorelle Loughlin sono state affidate alla vicina di David, Ruth. Ma Ruth, in apparenza ottima madre di famiglia, nasconde una vena di sadismo e alienazione, che sfoga dapprima sottoponendo le ragazze a percosse sempre più violente e dolorose, poi dando vita a una serie di torture fisiche e psicologiche di cui David e gli altri ragazzi del vicinato divengono testimoni e, in qualche modo, complici inconsapevoli. La polizia non prende sul serio le denuncie di Meg: l’unica speranza per lei e la sorella è nell’aiuto dell’amico David. Riuscirà a salvare le sorelle prima che sia troppo tardi?

Da qui si può vedere il booktrailer realizzato per la versione originale del romanzo.

Il brano che ha accompagnato questa puntata si intitola From your lips di Sean Wright & Josh Woodward ed è rilasciato con una licenza Creative Commons BY-SA.

La registrazione è ascoltabile e scaricabile da Archive.org.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *