Brescia: assoluzione per non aver commesso il fatto, visto l’articolo 530 secondo comma del codice di procedura penale

Standard
Spread the love

Giusto per ricordare per intero qual l’articolo 530 del codice di procedura penale applicato (anche) ad alcune recentissime assoluzioni, pronunciate ai sensi del comma 2.

Sentenza di assoluzione

  • 1. Se il fatto non sussiste, se l’imputato non lo ha commesso, se il fatto non costituisce reato o non previsto dalla legge come reato ovvero se il reato stato commesso da persona non imputabile [ 85 s. c.p.] o non punibile per un’altra ragione, il giudice pronuncia sentenza di assoluzione indicandone la causa nel dispositivo [ 254 trans.]
  • 2. Il giudice pronuncia sentenza di assoluzione anche quando manca, insufficiente o contraddittoria la prova che il fatto sussiste, che l’imputato lo ha commesso, che il fatto costituisce reato o che il reato stato commesso da persona imputabile
  • 3. Se vi la prova che il fatto stato commesso in presenza di una causa di giustificazione [ 50-54 c.p.] o di una causa personale di non punibilit ovvero vi dubbio sull’esistenza delle stesse, il giudice pronuncia sentenza di assoluzione a norma del comma 1
  • 4. Con la sentenza di assoluzione il giudice applica, nei casi previsti dalla legge, le misure di sicurezza [ 222 c.p.; 300 comma 2,579]

Ora si attendono le motivazioni.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *