Sinistra e destra sotto forma di mappa concettuale (made by anglo-saxon people)

Standard
Spread the love

Left vs Right political spectrum

Valori, convinzioni, religione, forme di governo sotto forma di una mappa concettuale che rappresenti lo spettro politico (inteso come raggio, non come ectoplasma, anche se forse si pu iniziare a pensarlo anche in termini oltretombali). A lavorarci sono stati lo scrittore e designer londinese David McCandless e l’artista di origine statunitense Stefanie Posavec partendo da un libro prossimo all’uscita, The Visual Miscellaneum, dello stesso McCandless. Scopo? Capire se determinati concetti sono davvero riconducibili a una specifica parte politica. E soprattutto se in essa ci si riconosce. Avvertenza: lo schema rappresenta le opinioni dei due autori cos come si sono sedimentate in loro e non parla di affari tricolori, ispirandosi a percezioni diffuse nei paesi anglossassoni.

17 thoughts on “Sinistra e destra sotto forma di mappa concettuale (made by anglo-saxon people)

  1. Chissà com’è questa storia delle mappe concettuali!!! Ironica? seria? Mi incuriosisce. Però a me ha fatto venire in mente tutt’altra cosa. Nel libro “Essere a sinistra” che è una miscellanea di lettere, discorsi, articoli di Emilio Lussu, viene riportata una lettera che Lussu scrive ad un amico di destra. In essa sostiene che le mappe mentali e la psicologia delle donne e uomini di sinistra sono diverse da quelle di donne e uomini di destra. Potrebbe sembrare una banalità, ma lo scriveva negli anni 60 quando il discrimine tra i due schieramenti veniva individuato in modo ben diverso… Chapeau per la preveggenza di un uomo che,tra l’altro, non amava, certo, svisceratamente la psicologia, la psichiatria etc.etc..

  2. Chissà com'è questa storia delle mappe concettuali!!! Ironica? seria? Mi incuriosisce. Però a me ha fatto venire in mente tutt'altra cosa. Nel libro "Essere a sinistra" che è una miscellanea di lettere, discorsi, articoli di Emilio Lussu, viene riportata una lettera che Lussu scrive ad un amico di destra. In essa sostiene che le mappe mentali e la psicologia delle donne e uomini di sinistra sono diverse da quelle di donne e uomini di destra. Potrebbe sembrare una banalità, ma lo scriveva negli anni 60 quando il discrimine tra i due schieramenti veniva individuato in modo ben diverso… Chapeau per la preveggenza di un uomo che,tra l'altro, non amava, certo, svisceratamente la psicologia, la psichiatria etc.etc..

  3. Bisognerebbe ripulire destra e sinistra dalle tracce pervasive del 19° secolo. Come si chiamavano, prima, lo stalinismo, il fascismo, il nazismo e quant’altre categorie politiche ideate in chiave pan-europea per trasformarle in gruppi di potere? L’unico effetto pratico è consistito nel rallentare lla aggregazione europea per competere con l’alleato americano. Ora ritardano la nascita di una strategia comune verso l’Asia e l’Africa. all’Europa ancora oggi impediscono all’Europa di elevarsi in libera competizione con i nuovi macroaggregati sovranazionali.

  4. Bisognerebbe ripulire destra e sinistra dalle tracce pervasive del 19° secolo. Come si chiamavano, prima, lo stalinismo, il fascismo, il nazismo e quant'altre categorie politiche ideate in chiave pan-europea per trasformarle in gruppi di potere? L'unico effetto pratico è consistito nel rallentare lla aggregazione europea per competere con l'alleato americano. Ora ritardano la nascita di una strategia comune verso l'Asia e l'Africa. all'Europa ancora oggi impediscono all'Europa di elevarsi in libera competizione con i nuovi macroaggregati sovranazionali.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *