Vivere la cultura: due giorni a Roma per discutere della situazione e di prospettive

Standard

Vivere la cultura“Giornate del lavoro culturale”, quelle che, dal bianciardiano retrogusto, si terranno a Roma il 24 e il 25 giugno prossimi. Il titolo della manifestazione Vivere la cultura, organizzata dal Consorzio Baicr Sistema Cultura e, tra le ragioni del suo essere, trova queste:

Lo sviluppo e il declino di una nazione – dicevano gli economisti di un tempo – dipendono dalla ricchezza che in grado di creare e riprodurre; ma una parte essenziale di questa ricchezza – dicono gli economisti di oggi – fatta di capitale sociale e di capitale umano, ovvero di persone e di cultura, intesa in senso lato come patrimonio di conoscenze, saperi, competenze, abilit, che le generazioni si sono trasmesse l’un l’altra nel corso della storia.

Il lavoro culturale rappresenta in Italia l’attivit concreta di centinaia di migliaia di persone, moltissimi giovani, che intorno ad esso costruiscono non solo sogni e idee, speranze e illusioni, ma la propria autonomia economica e il proprio progetto di vita ideando percorsi professionali e di ricerca spesso originali.

Per saperne di pi possibile scaricare la brochure dell’evento (pdf, 1,4MB) mentre dal programma pubblicato sul sito annunciata la partecipazione tra gli altri di Giuseppe Vacca (presidente Fondazione Istituto Gramsci), Fabio Del Giudice (direttore della fiera della piccola e media editoria Pi Libri Pi Liberi), Riccardo Chiaberge (direttore di Saturno, supplemento culturale del “Fatto Quotidiano”) e Luca De Biase (Il Sole 24 Ore), oltre a molti artisti e operatori del settore.