“In Darkness”: il racconto della persecuzione nazista che viene dal confine tra Polonia e Ucraina

Standard
Spread the love

In Darkness

Sul film In Darkness della regista polacca Agnieszka Holland scrive Marco Giusti su Dagospia:

Ricordate l’incredibile prima scena di “Inglourious Basterds” dove Christoph Waltz descrive gli ebrei come topi che vivono nascosti sotto terra? Beh, questo duro, coinvolgente, scurissimo [film] “In Darkness” della regista polacca Agnieszka Holland, ci porta proprio l sotto, nelle tenebre delle fogne di una cittadina polacca al confine con l’Ucraina, l’impronunciabile Lvov, oggi Lviv in Ucraina, dove un buffo omino delle fogne, all’occasione ladro, il signor Leopold Socha, interpretato da un grande Robert Wieckiewicz, ha nascosto un gruppo di ebrei per salvarli dall’occupazione nazista e dall’avidit dei soldati ucraini al soldo dei tedeschi.

Continua qui.

One thought on ““In Darkness”: il racconto della persecuzione nazista che viene dal confine tra Polonia e Ucraina

  1. ALESSANDRO

    LA CITTADINA LVOV E’ UNA METROPOLI DI 2 MILIONI DI ABITANTI CONOSCIUTA UN TEMPO COME LEOPOLI…
    CITTADINA?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *