“Questa corte condanna”: Spartacus, il processo ai casalesi

Standard
Spread the love

Questa corte condannaPrima vennero Gomorra e il suo autore, Roberto Saviano, a concentrare l’attenzione del paese sul clan dei casalesi e sul processo Spartacus. Ora il più importante procedimento contro la camorra – e il secondo per rilevanza contro la criminalità organizzata dopo il maxi processo di Palermo del 1986-1987 – diventa un libro: la Regione Campania, infatti, investe bene il suo denaro questa volta e sostiene la pubblicazione del volume Questa corte condanna curato dai giornalisti Marcello Anselmo e Maurizio Bracci.

I quali prendono le tremilacinquecento pagine della sentenza di primo grado – confermata in appello – e la trasformano in una cronaca che entra nel dettaglio e spiega i meccanismi delle infiltrazioni camorristiche nell’economia legale, traccia profili dei capi cosca, illustra i capi di imputazione e ripercorre le strade seguite di magistrati che hanno lavorato al caso. Come Raffaello Magi, il giudice che ha scritto le motivazioni della sentenza e la cui intervista apre il volume. Il tutto passa attraverso stralci di interrogatori, intercettazioni e documenti originali che trasformano un dibattimento che era percepito – quando era percepito – come lontano e marginale. E non un momento nodale della lotta contro le mafie.

Questa corte condanna. Spartacus, il processo al clan dei casalesi a cura di Marcello Anselmo e Maurizio Bracci
Prefazione di Andrea Cozzolino
L’Ancora del Mediterraneo, 2008
ISBN 9788883252242 – € 15,00

(Questa recensione è stata pubblicata sul numero 3 di MilanoNera.)

One thought on ““Questa corte condanna”: Spartacus, il processo ai casalesi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *