Una “guida ai luoghi pi misteriosi del mondo” e ai motivi per cui non ritenerli sempre tali

Standard

Guida ai luoghi piu' segreti del mondoL’economista Stephen Klimczuk e il giornalista e blogger Gerald Warner firmano un volume appena uscito in italiano dal titolo Guida ai luoghi pi segreti del mondo:

Se vero, come vero, che leggere un libro rappresenta uno dei modi migliori di viaggiare con la mente, questa “Guida ai luoghi pi segreti del mondo” in grado di fare di pi perch, per la prima volta, mette nero su bianco tutti quei luoghi che i poteri forti – siano essi di carattere politico, economico, militare e spirituale – non vogliono assolutamente farvi visitare. In questo modo i tunnel sotterranei del Vaticano, il giardino dei Banchieri della Regina al 440 Strand di Londra, i club dove albergano le sette massoniche europee e americane o l’inquietante Area 51, la zona del Nevada in cui il governo statunitense condurrebbe esperimenti ufologici, vengono raccontate con la stessa chiarezza che ci si aspetta da una normale guida turistica. Un reportage sull’ignoto che comprende il fantomatico – e ufficialmente non esistente – Club 33, creato da Walt Disney in persona, e il satanico Castello di Wewelsburg, quartier generale delle SS di Himmler, la siciliana caverna dei Beati Paoli e la norvegese isola di Svalbard, dove si dice vengano custoditi i semi di tutte le piante del mondo per porre rimedio a eventuali disastri ecologici.

Di fatto l’ottica soprattutto quella di capire perch certi luoghi diventano protagonisti di quelle che si possono considerare pi o meno leggende. E di sfatare le ragioni per cui lo sono diventati.

Benvenuti su Marte: quando gli UFO non erano fantasie

Standard

Welcome to MarsSi intitola Welcome to Mars, stato scritto dall’autore britannico Ken Hollings e uscir a fine mese nel mercato anglofono per i tipi della Strange Actractor Press. Non si tratta per di un’opera di fantascienza: le storie rievocate – si legge nella descrizione del volume – sono state raccontate come vere (o come verosimili) nel periodo che va dal 1947 al 1959 e abbracciano sia l’Europa che gli Stati Uniti. Nel volume vi sono raccolti infatti resoconti giornalistici, campagne pubblicitarie, documenti governativi declassificati e li si mette in relazione a un tempo tanto cupo quanto straordinario in cui la minaccia atomica marciava di pari passo alla scoperta di mondi sconosciuti attraverso stati di coscienza alterati e forme alternative di cultura.

Qui si trova la scheda di presentazione del libro mentre qui c’ il blog dell’autore. Infine, a questo proposito, BoingBoing.net segnala i podcast realizzati nel 2006 per Resonance FM prima di diventare libro. Un episodio, il quarto, dedicato all’Italia.