Domani: le vestali del regime, fedeli fino all’ultima (o penultima) bugia

Standard

Domani di Maurizio ChiericiQualcuna presta il fianco alla tesi del complotto internazionale delle banche, come Michaela Biancofiore. E si spera per lei e per le sue capacitÓ di analisi che sia in malafede, che non dica sul serio, pronta a qualsiasi affermazione pur di difendere il capo decaduto. Anche a sollecitare gli italiani a comprarsi il debito pubblico in nome di una disperata – ma forse Ŕ pi¨ corretto scrivere disperante – autoctona difesa dell’economia nazionale provocando pi¨ di qualche sarcasmo di chi in materia ne capisce.

E poi c’Ŕ qualche altra Pdl-lady, come Daniela SantanchŔ, che nega anche l’evidenza di un semplice esercizio aritmetico, come la conta dei voti in parlamento. “L’opposizione non ha la maggioranza”, ha sostenuto a emicicliche urne ancora calde. Del resto, se per 17 anni, ha funzionato la strategia di affermare il falso fino a quando fosse ritenuto vero o per lo mento verosimile, perchÚ non tentare anche stavolta?

Di Gabriella Carlucci, poi, si Ŕ giÓ ampiamento scritto. La pasionaria azzurra che, a nave in affondamento rapido, salta sulla scialuppa dei cattolici centristi dell’Udc si Ŕ discusso da lunedý sera. Qui valga solo un’aggiunta, passata con minor evidenza ma a discreta esplicazione del personaggio. Nel giro di qualche ora, l’onorevole transfuga ha oscurato il suo sito personale, dove tante volte ha inneggiato allo schieramento a cui apparteneva fino a pochi giorni fa e al suo leader. Viene da pensare che, arrivati a questo punto, non abbia pi¨ il coraggio delle sue precedenti affermazioni.
Continue reading