“La politica della paura” di Serge Quadruppani: un libro per raccontare un’industria florida e che si alimenta sempre

Standard

La politica della pauraDalla prefazione di Wu Ming al libro di Quadruppani:

una vera e propria folla. I peggiori sono quelli che appartengono a pi insiemi: il migrante clandestino terrorista, lo zingaro che rapisce i bambini e li vende ai pedofili, l’utente di Internet che incita i marginali riottosi…

Sull’apparire di questi soggetti si fonda un’industria della paura, prospera un mercato mondiale della paura.

Qui la scheda completa del volume.