Strage dell'Istituto Salvemini - Casalecchio di Reno6 dicembre 1990, missione 356 dell’Aermacchi MB 326, pilota Bruno Viviani.

Ore 8.40.13 (ora di Greenwich)
Viviani: torre da Alfa 356.
Villafranca (centro radar di Verona Villafranca): Alfa, 356 Villa. Buongiorno.
Viviani: una buona giornata a voi. Mike Charlie della squadriglia in rullaggio.

Ore 8.45.50
Villafranca
: 356… Allineato e autorizzato al decollo.

Ore 8.47.14
Viviani
: decollo, 356.

Ore 8.55.33
Villafranca
: ok, abbiamo… oh… un aeroplano che non si capisce bene se è in emergenza o no.

Ore 9.17.20
(Il pilota del velivolo parla di sé in terza persona)
Viviani: è a nord di Ferrara, piantato motore 150 nodi, 4500 piedi, 356.
Padova (centro radar militare): ricevuto. Intenzioni?
Viviani: emergenza.
Padova: ricevuto.
Viviani: se ci arriva dirige direttamente sul campo di Ferrara.
Padova: ricevuto.

Ore 9.18.54
Padova
: la 356 intende effettuare un atterraggio di emergenza sulla pista di Ferrara?
Viviani: si è forse riacceso, comunque non fa più del 72%, con 150 nodi. Provo ad andare a Bologna.

Ora 9.19.45
Padova
: pronto… Pronto…
Poggio Renatico (ente difesa di Poggio Renatico): ascolta: che… ti ha dichiarato emergenza per quale motivo?
Padova: piantata motore.
Poggio Renatico: oh cazzo.
Padova: io comunque… Io comunque l’ho sentito tranquillo, eh… non mi sembra che avesse…

Ore 9.22.32
Padova (a Bologna)
: appena sai qualcosa, chiedicelo, perché qui ci stanno tempestando di telefonate tutti quanti.

Ore 9.22.38
Padova
: telefonaci, per favore… Perché qua sono tutti un po’ allarmati…

Ore 9.23.08
Viviani
: ho il relight continuamente premuto, altrimenti più di 6.0 non dà.
Villafranca: quanto carburante hai a bordo?
Viviani: le taniche sono vuote perché le ho jettisonate, ho 800 libbre.

Ore 9.23.25
Padova
: distanza da Bologna? 14 miglia. Ce la fa?
Monte Venda: 14 miglia… Allora dovrebbe fare… Fa fatica.
Padova: Eh, fa fatica sì.

Ore 9.25
Viviani
: mi hanno detto che sono a dodici miglia, anche secondo i miei calcoli più o meno…
Bologna: è in vista del campo solo che è distante.

Ore 9.26
Villafranca
: pronto?
Ufficio controllo traffico (aviazione civile): e che problemi ha il Mike in finale?
Villafranca: eh… C’ha la temperatura altissima forte, per cui dovrebbe… Ci ha… È un MB 326… Una cosa così. È in finale pista 12.

Ore 9.30.58
Vigili del fuoco (sulla pista dell’aeroporto)
: torre di controllo da pista vigili… C’ha comunicato una nostra partenza, via radio, che c’è un aereo che sta arrivando con un motore in fiamme, cambio.
Villafranca: sta atterrando per tre zero… No… È surriscaldato il motore… Adesso le faremo sapere qualcosa…

Ore 9.30.48
Viviani
: ehi! C’ho delle forti vibrazioni… Ho delle forti vibrazioni… Ho i comandi laschi e mi sa che mi lancio…
Villafranca: allora dirigi il velivolo in zona disabitata.

Ore 9.31.01
Viviani
: i comandi sono incontrollabili, bestiale, cazzo!
Villafranca: d’accordo. Allora riduci l’assetto, porta il muso sull’orizzonte e dirigi il velivolo su zona disabitata.
Viviani: merda, mi ha…
Villafranca: 356… Prova radio? 356… Alfa 356? Mi senti?

L’Aermacchi MB 326 dell’aeronautica militare, in “emegenza gravissima”, si schianta pochi minuti più tardi (alle 9.33 ora di Greenwich, 10.33 ora locale) su una scuola: colpisce infatti il primo piano dell’istituto tecnico Salvemini di Casalecchio di Reno devastando il retro dell’edificio e provocando un incendio che coinvolge anche il piano superiore, il secondo. Dodici i ragazzi di sedici anni che vengono uccisi dall’impatto. Oltre 80 i feriti, di cui alcuni gravissimi. I militari finiti a processo (difesi dall’Avvocatura di Stato su decisione del consiglio dei ministri) sono stati assolti. Alle vittime è stato revocato il risarcimento.

Per approfondire questa vicenda:

(La trascrizione della conversazione terra-aria è tratta dal libro E il cielo cadde sulla terra, realizzato da La Stefani, agenzia d’informazione dell’IFG-Bologna)