Le “capre di guerra” vanno al grande schermo

Standard
Spread the love

The Men Who Stare at Goats by Jon RonsonDi Capre di guerra, il libro dello scrittore britannico Jon Ronson uscito con il titolo originale di The Men Who Stare At Goats, si era parlato un po’ di tempo fa: guerra psicologica e tecniche di guerra (e guerrilla) che vanno bel oltre proiettili, bombardamenti e torture “tradizionali”. Perché, se è solo una leggenda che un “supersoldato” sia riuscito a provocare un arresto cardiaco a una capra con la forza del pensiero, l’affinamento di strumenti psicologici per meglio annichilire nemici e presunti terroriristi è realtà. E dal libro di Ronson ora arriva un film, scrive Variety, che aggiunge:

Script was penned by Brit Peter Straughan (“How to Lose Friends and Alienate People“). The project has been around for some time, but international buyers only just received the script this week as the Cannes fest and market got started. Script topped the 2007 Brit List of best unproduced screenplays. Financing and producing mix, which is still in flux, is expected to include Winchester, BBC Films and Mandate Pictures.

Ancora in tema di film, una nota per Gomorra, la pellicola di Matteo Garrone tratta dall’omonimo libro di Roberto Saviano: un grande esempio di ritratto di una realtà, che non concede spazio ad alcuna forma di romanticismo criminale, ritrae con brutalità una forma consolidata di para-stato e racconta il quotidiano di una terra. E se il libro del giovane autore partenopeo dovrebbe essere fatto leggere nelle scuole, anche questo film dovrebbe essere proiettato ai ragazzi, prima di tutto. Infine, a fronte di chi sostiene che Saviano non avrebbe innescato alcun movimento di piazza contro la criminalità in Campania mentre Garrone si limiterebbe a mostrare i lati peggiori dell’Italia, gli andrebbe fatto notare che forse quei “movimenti di massa” possono assumere forme differenti da quelle che ci si aspetterebbe: per esempio file di gente che per decine di metri si assiepano di fronte a un cinema è indice che c’è chi vuole conoscere e a propria volta raccontare.

One thought on “Le “capre di guerra” vanno al grande schermo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *